Casting fascia, si riaccende la pista Alonso

Marcos Alonso

Antonio Conte vuole mezzo Chelsea ed ecco che si riaccende la pista Alonso per la fascia sinistra. L’addio di Dalbert è scontato: sebbene non sia stata ancora definita una trattativa (piace al Sassuolo e in Ligue 1) il club è sicuro di riuscire a monetizzare qualcosa dalla sua cessione. Su quel settore l’Inter, oltre al brasiliano, ha Ashley Young e gli adattabili Perisic e Kolarov (aspettando Darmian). Il tecnico salentino avverte però l’importanza, dopo Hakimi, di un rinforzo che possa portare al tanto bramato salto di qualità. Il 29enne spagnolo ex Fiorentina è il giocatore che meglio si avvicina alle idee di Conte: ottimi piedi, facilità di corsa, gran cross. Inoltre non sarebbe un riadattato, visto che il binario sinistro del 3-5-2 è il suo ruolo naturale.

Cosa serve per portarlo a Milano? Le richieste dei Blues fino a pochi mesi fa si attestavano intorno ai 35 milioni di euro. Non è scontato però che, vista l’emergenza Covid, non lo si riesca a portare a Milano per poco più di 20 milioni. Inutile dire che per la fattibilità di questa operazione serve anche la partenza di Perisic, oltre a quella di Dalbert. Il croato ha visto sfumare del tutto l’ipotesi Bayern Monaco, piace però all’Atletico Madrid. Su Instagram ha comunicato tra le altre cose quale numero vestirà quest’anno, il 14 (fu di Nainggolan). Resta sul mercato, per questioni puramente tattiche visto che – al contrario di Marcos Alonso – sarebbe un adattato.

Giroud, Kanté, Marcos Alonso, Emerson Palmieri: i Blues sul taccuino di Conte. Proprio quest’ultimo pare essere stato scavalcato da Alonso negli indici di gradimento del tecnico salentino. Resta comunque più abbordabile, considerando che il suo valore di mercato è quasi la metà dello spagnolo. L’arrivo di Darmian, che con Conte ha già giocato sull’esterno sinistro, dipende invece prettamente dalla partenza vicinissima di Diego Godin al Cagliari. Si riaccende la pista Alonso, ma sono solo rumors per il momento, poco altro. Anche perché le esigenze dell’Inter le conosciamo benissimo: fare cassa e possibilmente sfoltire la rosa. Fino ad allora saranno sempre nomi, nomi e ancora nomi.

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *