Probabile formazione derby: scelte di Conte obbligate, ma occhio alla possibile sorpresa

Probabile formazione derby

Sabato 17 ottobre alle ore 18 l’Inter affronterà il Milan di Pioli. Che Inter metterà in campo Antonio Conte?


Guai a dare per scontate le scelte di Antonio Conte nella probabile formazione derby. La rosa nerazzurra è stata dilaniata negli ultimi giorni dai tamponi positivi: il numero di contagi con Ashley Young è salito recentemente a 6. Il tecnico salentino avrà però diverse soluzioni per fermare il magic moment del Milan che dura ormai dal post-lockdown. Molte scelte potrebbero essere suggerite dalla logica, ma la formazione anti-Milan potrebbe essere frutto di scelte di stampo pokeristico da parte del tecnico leccese. Il ballottaggio più discusso è quello tra Eriksen e Brozovic a centrocampo, mentre sembrano obbligate le scelte per la difesa a tre.

Il Milan dovrebbe optare per un 4-2-3-1 che ripresenta Ibrahimovic al centro dell’attacco. Gli unici dubbi per Pioli sono sulle fasce, dove dovrebbe essere confermata l’assenza di Ante Rebic. Ballottaggi a sinistra tra Leao e Diaz, a destra tra Saelemaekers e Calhanoglu, in cui i primi sono favoriti. Un Milan a trazione offensiva da arginare sugli esterni in cui i rossoneri rischiano la superiorità numerica. Sul piatto di Antonio Conte ci sono quattro opzioni che vi proporremo di seguito, dalla più facile alla più difficile.

BARELLA TREQUARTISTA – Brozovic e Vidal in mezzo a fare legna, l’ex Cagliari sulla trequarti a “soffocare” Calhanoglu in fase di non possesso. L’opzione più proposta nella probabile formazione derby dei principali quotidiani. Difesa chiaramente decisa dai tamponi: D’Ambrosio, De Vrij e Kolarov. Con Perisic sull’esterno al posto di Ashley Young.

SORPRESA ERIKSEN – Il danese in grande spolvero con la sua Nazionale ad agire alle spalle delle due punte. Barella arretrerebbe con Vidal sulla linea mediana, Brozovic partirebbe dalla panchina.

352 CON BROZOVIC – Il metodo che ha fatto le fortune dell’Inter nel finale di campionato e per gran parte dell’Europa League. Riportare la Chiesa al centro del villaggio con Brozovic davanti alla difesa su Calhanoglu, Vidal e Barella ad agire da mezze ali.

DIFESA A 4 – La mossa da poker di Conte. Kolarov potrebbe infatti essere messo in difficoltà dalla velocità degli attaccanti rossoneri. Nelle sue prime uscite è sembrato in affanno nel terzetto difensivo, lasciando più di un buco alle proprie spalle. Conte ha la possibilità di dirottarlo nel suo vecchio ruolo di terzino sinistro, completando il reparto con Hakimi a destra (immaginate un tipico 3+1) con De Vrij e D’Ambrosio al centro della difesa. Una soluzione applicabile soprattutto in fase di non possesso e che permetterebbe di vedere in campo Barella, Brozovic e Vidal alle spalle di Eriksen, con Perisic dalla panchina.

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *