Messaggi subliminali da Eriksen per Conte

Eriksen avvisa Conte

Messaggi subliminali da Eriksen. Ogni volta in cui il centrocampista danese parla dal ritiro della propria Nazionale – come già avvenuto proprio la settimana scorsa – lancia messaggi all’Inter e all’allenatore. “Ogni volta che vengo in Nazionale sono felice perché gioco”, le parole di ieri sera dopo la vittoria sull’Inghilterra. Eriksen ha trasformato il rigore del definitivo 1-0, una vittoria storica per la Danimarca che non batteva gli inglesi da ben 37 anni. “Sempre a fare polemica”, “I soliti giornalai”, penserà probabilmente qualcuno di voi. Ma le parole di Eriksen appaiono sempre più dirette, orientate a manifestare una certa insoddisfazione per lo scarso minutaggio.

Nessuno come Christian Eriksen sa quale possa essere la condizione in questo momento per lui alla Pinetina. Conte non ha perso occasione per preferirgli altri calciatori: da Gagliardini a Barella sulla trequarti, da Sensi a Brozovic. Nell’ultima gara, contro la Lazio – anche in 11 vs 10 – il giocatore non ha trovato spazio neanche a partita in corso. Il numero 24 nerazzurro sembra non aver gradito minimamente l’ennesima esclusione e sottolinea ancora una volta: “Mi trovo in una situazione nuova per me. Non è più come al Tottenham in cui giocavo sempre”. Il destinatario può essere Antonio Conte. Il tecnico salentino – anche pubblicamente – ha auspicato in una scintilla per animare la stagione del fantasista.

Come ipotizzato anche nelle nostre probabili formazioni, Eriksen non dovrebbe partire dall’inizio neanche nel derby della stagione. Il giocatore visto però con la Danimarca durante questa sosta per le Nazionali, sembra un giocatore fisicamente e tecnicamente in ottime condizioni fisiche. Chissà che la scintilla non possa arrivare proprio nell’attesissima stracittadina. Nella scorsa stagione, per questioni di centimetri, lasciò tutti a bocca aperta con una punizione da 35 metri che si è stampata sull’incrocio dei pali. Sliding doors quest’anno, con l’occasione che si ripresenta. La partita col Milan può dare dei messaggi chiari all’allenatore e ai tifosi. Se non giocherà dal primo minuto, sicuramente troverà spazio a gara in corso. Conte riceve gli ennesimi messaggi subliminali da Eriksen. Ora aspetta quelli in campo.

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *