Marotta è furibondo: cosa sta succedendo

Marotta furibondo minaccia Nazionali

È esploso il caos Nazionali in Serie A. Diverse Asl hanno impedito la partenza di alcuni giocatori per i vari ritiri (in primis Roma, Fiorentina, Lazio e Sassuolo) altre hanno invece dato il via libera a certe condizioni (mezzi e voli privati). Questo provvedimento è stato determinato dall’isolamento fiduciario sottoposto ad alcune squadre, dopo alcuni casi di positività tra membri della rosa.

Le decisioni su base regionale, come già accaduto in occasione di Juventus-Napoli, rischiano di creare seria disparità e confusione. Lo ha sottolineato Beppe Marotta in una nota rilasciata all’Ansa: “E’ assurdo che le ASL si comportino in modo diverso da Roma 1 o Roma 2, o da Milano a Firenze. Fermo restando che ci sono  i protocolli rigidi e che giustamente dobbiamo rispettarli, c’è la zona d’ombra nella mancanza di centralità di questa gestione: e ogni Asl diventa centrale nella gestione dei club. Diventa ancor più di rilievo il mio allarme di qualche giorno fa, con la richiesta di ridurre gli impegni delle nazionali”, le parole del dirigeente.

Il dirigente nerazzurro dopo aver invocato l’intervento del Governo nella figura del Ministro Spadafora ha lanciato un chiaro avviso: “Vado oltre: se davanti a un caso di positività questa è la gestione complessiva della situazioneallora dico “boicottiamo le nazionali”. Sì, lo dico sul serio. Qui ne va della credibilità del sistema.

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *