Le pagelle di Milan-Inter 0-3: chiedete scusa a Perisic! Lukaku e Lautaro da orgasmo

L’Inter straccia il Milan e vola in fuga a +4 sui cugini rossoneri, fermi al secondo posto. Una grande prova collettiva, quella degli uomini di Antonio Conte che fa il paio con la strepitosa prestazione della scorsa settimana contro la Lazio. Un Lukaku sugli scudi (gol e assist), un Lautaro implacabile (doppietta) e un obiettivo, lo Scudetto, mai così concreto negli ultimi 10 anni. Di seguito, le pagelle.

HANDANOVIC 7 – Molti diranno: è tornato il vecchio Handanovic. Noi no. Il capitano ha fatto una partita perfetta, con interventi puntuali e precisi (nessun miracolo). Non deve essere una rondine a fare primavera, così fino a fine stagione! ANIMATO

SKRINIAR 7 – Domina con cattiveria il binario Rebic-Theo: miglior stagione in nerazzurro di sempre.

DE VRIJ 7.5 – Il biglietto di Ibra per Sanremo è del 21 febbraio: glielo compra l’olandese. SUPERBO

BASTONI 6 – Tra i tre è quello che va più in sofferenza sugli attacchi rossoneri. Prestazione comunque ampiamente sufficiente.

HAKIMI 6.5 – Lo scontro con Theo da quel lato è per i deboli di cuore. Lo stravince in tutte e due le fasi. FOCOSO

BARELLA 7 – Meno appariscente del solito nelle sue tipiche giocate di quantità: stavolta ci mette la qualità tecnica del grande giocatore. Nei controlli e nelle conclusioni. BRASILIANO

BROZOVIC 6.5 – Anima del centrocampo, quando cala si abbassa tutta la squadra. Quando sale in cattedra… è accademia. VITALE

ERIKSEN 6.5 – Senza strafare gioca una partita di grandissima qualità e dedizione tattica. La novità, con il suo innesto in campo è che l’Inter non corre soltanto: è anche in grado di ragionare. FANTASISTA

PERISIC 7.5 – Una delle migliori prestazioni in nerazzurro di sempre (e di prestazioni notevoli ne ha fatte). Letteralmente insuperabile in difesa, incontenibile davanti. Chi lo ha massacrato in questi mesi ha da sempre sottovalutato le sue qualità. È la volta della definitiva consacrazione? TRENO

LUKAKU 7.5 – Il meglio in carriera lo ha sempre dato allargandosi sull’esterno, oggi una conferma. Prestazione pazzesca in cui, spiritato, manda in soqquadro i piani difensivi del Milan: prima con un assist al bacio, poi col colpo del ko… un capolavoro. ANIMALE

LAUTARO 8 – Quando è in forma, l’Inter sembra da top 5 europea. In fase di pressing è un incubo per gli avversari, davanti – a parte un’occasione clamorosa mancata da lui (marchio di fabbrica del vecchio Lautaro) – ha la fame dei tempi migliori. APACHE

DARMIAN, GAGLIARDINI, SANCHEZ, YOUNG SV

CONTE 8 – La sua Inter è tornata a giocare a calcio, a lottare, divertire e soprattutto vincere. Merito di scelte che iniziano a dare i loro frutti e di un attacco che gira come ai tempi migliori. RISORTO

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *