Le pagelle di Benevento-Inter 2-5: Alexis come Picasso, ma è Gagliardini o Gerrard?

gagliardini via dall'inter

Le pagelle di Benevento-Inter con tanti promossi e pochi, pochissimi bocciati.

HANDANOVIC 4.5 – Gli errori iniziano a diventare troppi. Rischia di riaprire stupidamente una partita già archiviata con un passaggio incomprensibile, inoltre non tenta neanche la parata sulla conclusione di Caprari. Si riscatta parzialmente con un paio di interventi.

SKRINIAR 5.5 – Sembra imballato in questa difesa a 3. Corre male, è falloso anche quando non servirebbe e soffre le avanzate giallorosse.

DE VRIJ 6 – Dà ordine a tutto il reparto, ma sul secondo gol del Benevento manca nettamente l’uscita.

KOLAROV 6 – Strepitoso il lancio sul primo gol, regala imprevedibilità quando si parte da dietro. Ma quanto soffre quando deve rincorrere all’indietro…

HAKIMI 7.5 – E’ presto per scomodare Maicon, ma un treno così da quel lato non lo si vedeva da un bel po’ di tempo.

VIDAL 6.5 – Primo tempo da incorniciare con tantissimi palloni strappati dai piedi degli avversari. Potrebbe trovare la prima rete in nerazzurro, ma colpisce di testa fuori a un passo dalla porta. Unica macchia, insieme al problema muscolare, della sua gara.

GAGLIARDINI 7.5 – Gerrard, sei tu? Recupera palloni, serve assist, fa un gol splendido e colpisce una traversa. Sembra uno di quelli a più agio in questo sistema di gioco. Conte ci punterà molto quest’anno, c’è da scometterci.

SENSI 6 – Qualche errore sanguinoso di troppo con la palla tra i piedi che rischia di mandare in gol il Benevento. Gioca tutto sommato però una prestazione vivace facendo da collante tra centrocampo e attacco.

YOUNG 7 – Partita eccezionale quella dell’inglese che accompagna sempre l’azione nel modo giusto. L’Inter fa paura anche quando attacca dal suo lato e non sfigurare davanti a questo Hakimi è un’impresa.

SANCHEZ 8 – Per il 10 gli basterebbe un solo gol. Il Nino Maravilla è ispiratissimo e continua a dipingere – dopo Firenze – palloni geniali per i suoi compagni. Alla fine vorrebbe il gol e se lo meriterebbe, ma finché gioca così per Conte non può che andare benissimo.

LUKAKU 7 – Prima doppietta della stagione, con una cattiveria sotto porta che non vedevamo dalla scorsa. Lo si ricorda solo per i gol, poi qualche scelta offensiva sbagliata di troppo. Ma troverà la condizione migliore.

BROZOVIC 5.5 – Entra per dare equilibrio alla squadra. In parte ci riesce e in parte no, visto che è proprio da un suo errore clamoroso che rischia di nascere il terzo gol del Benevento.

PERISIC 5.5 – Quell’errore sotto porta grida vendetta. Appare solo in quell’occasione, poca roba per il resto.

ERIKSEN 6.5 – Solo per quel tiro pazzesco che meritava miglior sorte. Ahia, se solo fosse entrata…

BARELLA 6 – Entra al posto di Vidal e non riesce a offrire la stessa qualità del cileno. Morde le caviglie degli avversari e prova (non sempre con efficacia) a dare ritmo.

LAUTARO 6.5 – Trova il gol con continuità e questa è senz’altro una grande notizia: il tiro sul secondo palo ormai sta per diventare un marchio di fabbrica della casa.

CONTE 7 – La squadra quando attacca fa paura, come non accadeva da una decina d’anni. Il problema è che fa paura anche quando difende, il 3-4-1-2 richiede un lavoro incredibile a tutta la squadra. Vedremo se alla lunga avrà ragione.

Sei d’accordo con le pagelle di Benevento-Inter? Lascia un commento qui sotto e faccelo sapere.

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *