Gagliardini può lasciare l’Inter a settembre

gagliardini via dall'inter

Roberto Gagliardini può davvero lasciare l’Inter in questa sessione di mercato. Apprezzatissimo da Conte e dal ct Mancini, un po’ meno dalla maggioranza dei tifosi nerazzurri. Il centrocampista ex Atalanta è finito nel bersaglio di numerose critiche, soprattutto dopo il clamoroso errore a porta sguarnita col Sassuolo. Gagliardini non ha mai perso fiducia, tenendo sempre altissima l’asticella dell’impegno e dell’umiltà. Risultato? Una seconda parte di stagione con tanto di finale di Europa League vissuta da titolare. Se il suo nome è finito sul mercato infatti, non è per demeriti. In Italia lo vuole la Lazio. All’estero si registra l’interesse di due club di Premier, uno in Bundesliga. Nel mercato che vorrebbe vedere ceduti al miglior offerente Skriniar e Brozovic, a farne le spese potrebbe essere proprio l’italiano.

I tanti arrivi a centrocampo però rischiano di far crollare vertiginosamente il suo valore di mercato. L’Inter ne è consapevole. Tutta da monitorare la situazione legata a Radja Nainggolan, Conte aspetta a braccia aperte gli arrivi di Vidal (ormai una formalità) e di Kanté. Il rientrante Sensi, apparso già in ottima condizione con la Nazionale, l’inamovibile Barella, per non parlare di Brozovic ed Eriksen (situazioni col punto interrogativo). Gagliardini è senza dubbio sacrificabile in questo contesto. Pagato poco più di 25 milioni di euro, può lasciare Milano per circa 15 milioni coi saldi Covid. Da non escludere una cessione in prestito con obbligo (l’Inter non prenderebbe in considerazione un diritto di riscatto).

Al momento tanti sondaggi, ma tra qualche settimana le trattative per la cessione potrebbero davvero ricevere una sterzata improvvisa. Ora o mai più, insomma: Gagliardini può lasciare l’Inter già nel mese di settembre. Le uniche speranze per vedere ancora Gagliardini in nerazzurro le conoscete e non c’è bisogno di rielencarle per l’ennesima volta: tante partenze in mezzo. Un’alternativa come Gagliardini non è affatto disprezzata: per professionalità, impegno e appunto ruolo in campo (nonostante i limiti).

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *