Derby dei contagi, positivi Radu e Duarte

Derby dei contagi

È ufficialmente derby dei contagi tra Inter e Milan. In vista della stracittadina prevista alla ripresa sabato 17 ottobre al Meazza, i protagonisti sembrano essere soltanto i tamponi. Alla lunga lista di positivi, si sono appena aggiunti il secondo portiere dell’Inter Ionut Radu e Matteo Gabbia, difensore del Milan. Per i nerazzurri si tratta del quinto caso di Covid 19 nel giro di soli cinque giorni, i rossoneri hanno aggiornato il numero a tre. L’Inter dovrà fare a già meno di Bastoni, Skriniar, Gagliardini e Nainggolan. Per i cugini, si registrano ancora tamponi positivi per Ibrahimovic e Duarte. La lista di casi sembra non terminare mai, ma se questi dovessero essere i numeri, lo svolgimento della gara non dovrebbe essere in discussione.

La Lega Calcio, intanto, visto il crescente numero di calciatori affetti da Coronavirus, ragiona su soluzioni. In agenda sembrerebbe esserci un allargamento delle liste. Fino ad ora le squadre possono registrare un massimo di 25 giocatori (di cui quattro cresciuti nel club, quattro in Italia), in via Rossellini si sta pensando di allungare la lista fino a trenta calciatori. Questo permetterebbe di ottenere una gestione più elastica dell’emergenza. Ricordiamo che l’utilizzo di Under 22 non è soggetto ad alcun tipo di restrizione: si cerca però di salvare il salvabile. A meno di modifiche di protocollo, le società – dopo il bonus rinvio – sarebbero obbligate a far affidamento esclusivamente sul vivaio.

Un problema che non va tanto a scombussolare i piani delle big. Le società più ricche – tra cui l’Inter – hanno cercato di tenere alto il numero di calciatori in rosa. Ogni provvedimento rischia però di aumentare lo squilibrio in campo tra club. Difficilmente però la Lega potrà ovviare a questa problematica. Sabato prossimo intanto, si preannuncia un derby dei contagi. Abbiamo già ipotizzato lo schieramento quasi obbligato per Antonio Conte, a centrocampo si va verso un ballottaggio tra Eriksen e Brozovic. In casa Milan si spera di recuperare Ibrahimovic: lo svedese non ha lavorato col gruppo, ma sta seguendo sedute di allenamento da casa.

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *