Darmian promesso sposo dell’Inter: tifosi in rivolta

darmian con la maglia del parma

Ci siamo per l’arrivo di Matteo Darmian all’Inter. Promesso sposo da svariati anni, l’ex difensore di Torino e Manchester United – ora in forza al Parma – ha strappato una “promessa” di acquisto nell’affare Karamoh. Secondo Sky, il giocatore si sentirebbe già un nerazzurro e non vedrebbe l’ora di tornare agli ordini di Antonio Conte. Matteo Darmian ha 30 anni, è noto per la sua duttilità di gioco: può giocare infatti come esterno sinistro e destro di un centrocampo a 5, come terzino ambidestro a 4 e come braccio sinistro e destro di una difesa a 3.

Perno della Nazionale guidata proprio dal tecnico salentino, Darmian arriva ad essere selezionato nella squadra ideale delle Qualificazioni a Euro 2016 come terzino destro. Inoltre, negli anni al Chelsea, fu una richiesta esplicita di Antonio Conte che non riuscì alla fine ad essere accontentato. Di lui dirà: “Penso che Conte sia un grande allenatore, io ho modo di lavorare in Nazionale con lui e vedo quanta passione ci mette nel suo lavoro. Porta con se nuove idee tattiche, la sua grinta e tutta la passione per il calcio”.

Questo matrimonio non s’ha da fare. Almeno secondo i tifosi dell’Inter che da quando appresa la notizia stanno popolando i social in maniera incredula e “agguerrita”. La stragrande maggioranza del tifo nerazzurro si dice stufa di profili e operazioni del genere con le piccole. Sarà curioso capire la collocazione che saprà dargli Conte: con Young, Kolarov, D’Ambrosio, Candreva, Hakimi, i binari esterni sembrano già ben affollati. Senza contare la situazione Dalbert. La trattativa per Emerson col Chelsea per il momento sembra essersi arenata: chissà che non possa essere proprio l’italobrasiliano il pretesto per rimangiarsi la parola col Parma. Marcos Alonso è molto più defilato, considerando le altissime pretese del club londinese che ha fissato il prezzo a 35 milioni. Con buona pace di chi non vuole Darmian all’Inter.

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *