Conte risponde a Eriksen: “Gioca il giusto”

Antonio Conte

Antonio Conte risponde a Eriksen e lo fa direttamente nella conferenza stampa pre-derby. Il danese ieri aveva lanciato una frecciata neanche troppo poco velata: “Quando arrivo in Nazionale sono felice perché gioco”. Il tecnico salentino ha controbattuto senza usare mezzi termini: “Se all’Inter giochi poco o meno Eriksen non lo so. Secondo me – spiega l’allenatore – sta giocando il giusto. Io prendo sempre le decisioni per il bene della squadra. Io sono contento di quello che sta dando all’Inter e di come si sia integrato e credo che anche lui sia felice di lavorare con noi. Ci sarà spazio per lui e per tutti quanti. Sarà una stagione lunga, difficile ed estenuante. Devo fare delle scelte e credo che Eriksen abbia avuto il suo spazio e dimostrato il suo valore come gli altri”.

Parole chiare che mettono il fantasista danese sul livello di tutti gli altri compagni. Il sottotesto di queste affermazioni potrebbe tranquillamente essere: “A me non interessa di chi sei, giochi se lo meriti e avrai le stesse opportunità dei tuoi compagni. Sta a te dimostrare il valore che hai, ma non partirai avvantaggiato”. Conte si è poi soffermato sul ballottaggio che domani vede Brozovic e lo stesso Eriksen, contendersi un posto nell’11 titolare: “Ho meno problemi di altre volte, visto che ho a disposizione solo quattro centrocampisti. Domani sarà solo la prima partita di sette match importanti ogni tre-quattro giorni. Per forza di cose ci saranno delle rotazioni necessarie. Sono tranquillo in questo senso. Tutti saranno protagonisti e sto lavorando con tutti perché tutta la rosa sappia cosa c’è da fare. L’importante è che ci sia grande disponibilità. Farsi trovare pronti e avere un buon impatto sul match”.

Qualche parola Conte la spende anche in merito alle condizioni di Alexis Sanchez: “E’ tornato con un affaticamento muscolare ieri sera tardi. Faremo delle valutazioni oggi durante l’allenamento e cercheremo di essere molto attenti perché questa gara è la prima di un ciclo di sette gare in cui dovremo giocare ogni sette giorni. Ci prenderemo il giusto rischio. Ci confronteremo anche col giocatore per capire le sue condizioni e sensazioni. Non escludo nulla in questo momento”, chiosa l’allenatore. Insomma, Conte risponde a Eriksen per le rime, non sembra preoccupato per Sanchez e non dà particolari indicazioni di formazione.

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *