Caccia alla quarta punta: tutti i nomi sul piatto

caccia alla quarta punta

In casa Inter prosegue la caccia alla quarta punta. Sfumato l’arrivo di Giroud nel mercato invernale, Conte e la società sono consapevoli di avere ancora in rosa un grave tassello mancante. Un reparto, quello avanzato, che in ordine di titolarità conta Lukaku, Lautaro, Sanchez ed Esposito. Senza contare i calciatori rientrati dai prestiti: Perisic (destinato al ritorno al Bayern) e Salcedo, reduce da un’ottima stagione con la maglia dell’Hellas Verona. Di fatto, Esposito sembra destinato a farsi le ossa in un club minore e Salcedo è tutto da rodare: ne restano tre. Un’Inter che punta a una stagione di vertice in tutte le competizioni, difficilmente potrà permettersi di rischiare in caso di assenze come accaduto quest’anno.

Ed ecco che il valzer delle punte torna a offrire una sfilza di profili diversi. Un nome spendibile anche per le liste Uefa o un usato sicuro? Un potenziale titolare o una riserva che accetterebbe di ottimo grado la panchina? I nomi sono sempre gli stessi. Quando parliamo di liste Uefa parliamo chiaramente di giocatori cresciuti nel vivaio dell’Inter. Bonazzoli dopo un post-lockdown da urlo con Ranieri, ha rinnovato con la Sampdoria e si è detto “Felice di rimanere”. Pinamonti, riscattato quest’anno dal Genoa, piace molto anche alla Juventus. L’Inter non ridarebbe al Genoa il cash appena incassato e prova a muoversi con giocatori del vivaio: le parti sembrano distanti e la pista si è raffreddata ulteriormente nelle ultime settimane.

Nessuna trattativa per Llorente, come riportato erroneamente da qualche quotidiano. Infondate anche le voci su Edin Dzeko, che raggiungerebbe volentieri a Milano l’amico Kolarov. L’Inter però non può mettersi sul groppone un altro ingaggio top: il nome del bosniaco tornerebbe d’attualità solo con la partenza di Lautaro (al momento difficile e in quel caso occhio a Belotti). La caccia alla quarta punta insomma procede lentamente: piace il classe 95 Christian Sørloth del Crystal Palace (capocannoniere quest’anno in Turchia col Trabzonspor) ma c’è da battere la concorrenza di Lipsia e Fiorentina. Insomma, l’Inter non ha fretta. Fondamentalmente valuta Salcedo e aspetta occasioni importanti a prezzi di mercato.

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *